Tessile: l’Italia chiede a Bruxelles un piano di intervento

Il ministro per le Attività produttive, Claudio Scajola, ha chiesto all’Europa che sia predisposto un piano di intervento per ristrutturare e aiutare l’industria tessile a reggere la competitività.
Come riportano fonti di stampa, Scajola ha dichiarato al Consiglio competitività presso la commissione europea: “Non abbiamo invocato misure protezionistiche, che sarebbero anacronistiche, ma abbiamo evidenziato che le regole devono essere rispettate da tutti”.
Mentre il blocco Italia-Francia-Spagna-Grecia resta dell’avviso che urgono contromisure difensive immediate, per arginare l’esplosione di esportazioni di tessile-abbigliamento cinese, ora si guarda a fine mese, quando il viceministro alle Attività produttive Adolfo Urso si recherà in Cina con una delegazione di imprenditori tessili, dell’abbigliamento e della calzatura per avviare i colloqui con le autorità locali, spiegando la drammaticità della situazione dell’Unione europea e chiedendo loro un’autolimitazione delle esportazioni tessili.
e.f.
stats