Tessitura serica: valori stabili nel 2005

Secondo i dati raccolti dall’indagine campionaria condotta dalla Federazione Smi-Ati e dalla Sezione Serica Italiana dell’Unione Industriali di Como, la tessitura serica italiana ha chiuso il 2005 con una sostanziale conferma dei livelli di fatturato raggiunti nell’anno precedente (+0,2%).
Per il secondo anno consecutivo, dunque, il settore evidenzia una stabilizzazione, dopo le pesanti perdite subite nel corso del biennio 2002-2003.
Dopo una partenza poco brillante (-4,3% tra gennaio e marzo 2005), nei trimestri successivi la tessitura serica ha infatti recuperato interamente la perdita iniziale. In particolare, nel corso del quarto trimestre, il fatturato ha messo a segno una crescita dell’1,2%.
In media d’anno, il mercato nazionale ha evidenziato una flessione dell’1,8%, mentre quello estero ha mostrato un’evoluzione positiva (+1,5%).
Nonostante la tenuta del giro d’affari, le vendite misurate in quantità hanno continuato a perdere terreno (-3,5%), come già nel 2004 e negli altri tre anni precedenti: fenomeno dipeso soprattutto dai risultati molto negativi registrati dai prodotti di fibre chimiche continue. Le fibre naturali, e in particolare la seta, hanno invece mostrato un andamento più favorevole.
Il valore degli ordini raccolti dall’industria serica italiana, nel corso dell’ultimo trimestre è diminuito dell’1,7% rispetto al corrispondente periodo del 2004. Le prospettive del settore, quindi, nonostante il risultato di segno più maturato nell’anno appena chiuso, permangono improntate a una diffusa incertezza.
Per quanto riguarda le principali tipologie in cui si articola la produzione serica, il tessuto per abbigliamento femminile (che rappresenta la componente più significativa) ha registrato un incremento dell’1,8%, così come le fibre naturali, che hanno trainato la crescita con un balzo del 4,6%. Trend negativo invece per il tessuto per cravatteria (-1,7%), per l’accessorio tessile femminile (-3,1%), per le fodere (-5%) e per i tessuti beachwear (-10%).
a.t.
stats