Texmed: la Tunisia è più vicina

Sono circa 250 gli espositori dell’area euro-mediterranea presenti all’11esima edizione di Texmed, salone in programma dal 16 al 18 giugno a Tunisi, focalizzato sulla subfornitura e la coproduzione di abbigliamento, accessori, tessuti, tecnologie e servizi.
Come sottolineano gli organizzatori, la rassegna rappresenta “la risposta giusta a chi cerca opportunità vantaggiose di sourcing, grazie alla vicinanza geografica, alla competitività dei fornitori e alla possibilità di minimi d’ordine bassi”.
Negli scorsi mesi, tra l’altro, un gruppo di imprenditori provenienti dal Paese nordafricano ha incontrato in Italia, a Firenze e a Milano, i portavoce di aziende lombarde e toscane, con l’obiettivo di dare vita a nuove alleanze strategiche: un’iniziativa che, grazie all’organizzazione di Cepex Milano, Promos e Confindustria Firenze, ha raccolto l’adesione di una ventina di società provenienti dall’altra sponda del Mediterraneo. Ora il “made in Tunisia” si ritrova all’interno del polo espositivo Kram nella capitale del Paese nord-africano, dove l’industria tessile riveste un ruolo incisivo: sono infatti 2.100 le imprese attive nel settore, di cui 1.800 focalizzate solo sull’export, con 21mila addetti nelle realtà con più di dieci dipendenti, quasi 2,5 miliardi di euro di esportazioni e 640 industrie a capitale straniero, di cui 260 italiane.
a.t.
stats