The Bridge si rinnova a cominciare da Giuseppe Monserrato, nuovo managing director

The Bridge, azienda fiorentina da 40 anni nel mercato della pelletteria di alta qualità, ha nominato Giuseppe Monserrato managing director. Il suo arrivo preannuncia un articolato piano di sviluppo, che darà nuova linfa al brand.
Monserrato, 42 anni, approda in The Bridge dopo nove anni trascorsi come direttore commerciale di Montblanc Italia e porta con sé un ambizioso progetto. “Ci focalizzeremo su una serie di asset per rilanciare il marchio - spiega - dalla produzione allo stile, dalla distribuzione alla comunicazione”.
Nei piani dell’azienda, lo sviluppo prevede un rafforzamento delle collezioni femminili e dedicate al viaggio, la penetrazione di mercati internazionali, nuove aperture di punti vendita di proprietà in Italia - la prima è prevista a Milano -, l’espansione del licensing e iniziative di comunicazione mirate al riposizionamento del brand.
Il 2009 si prospetta come un anno strategico anche per il passaggio di consegne dal gruppo di soci fondatori - Ferdinando Biagioni, Andrea Ferri e Fiorenza Benvenuti - alla nuova generazione.
The Bridge e Wayfarer The Bridge sono marchi di proprietà della holding del Gruppo Il Ponte Pelletteria, azienda fondata a Scandicci (Fi) nel 1969 e tra i principali player nel segmento del lusso accessibile. L’Europa è il cuore del mercato del suo core business, prodotti di pelletteria e accessori in cuoio e in pellami pieno fiore di provenienza nazionale, che mixano il valore del made in Italy con l’estetica british style.
Oggi Il Ponte Pelletteria realizza oltre il 50% del fatturato in Italia - dove conta 20 monomarca -, ottiene il 40% dall’esportazione verso l’Europa, principalmente Germania e Regno Unito e il restante 10% da oltreoceano.
e.b.
stats