The Neiman Marcus Group: esce di scena Burton Tansky

Per annunciarlo ha aspettato il tradizionale business meeting della società, al Majestic Theatre di Dallas: ieri, alla presenza degli executive al completo e di 700 dipendenti, il 72enne Burton Tansky ha annunciato che il prossimo 6 ottobre si dimetterà da presidente e ceo di Neiman Marcus Inc. e del Neiman Marcus Group, passando il testimone a Karen W. Katz.
Un cambio della guardia riportato con grande risalto dai media specializzati statunitensi. Tansky, infatti, è considerato un "pilastro" del colosso dei department store con quartier generale a Dallas, dove ha trascorso gli ultimi 20 anni, dopo un periodo di 13 anni presso Saks. "Ho intenzione di dedicarmi a mia moglie e alla mia famiglia" ha detto, assicurando che la compagnia resta in ottime mani, anche se sicuramente lascerà un vuoto difficile da colmare, vista la sua autorevolezza nella fashion community internazionale.
Ad affiancare Karen Katz, a sua volta una veterana di Neiman Marcus che l'ha accolta nel 1985, saranno Jim Gold (già presidente e ceo di Bergdorf Goodman, nominato presidente della divisione specialty retail, una posizione creata ex novo) e James E. Skinner, che alle cariche di executive vice president e chief financial officer del Neiman Marcus Group aggiungerà quella di chief operating officer.
Dopo un 2009 difficile, il gruppo sembra avviato verso una lenta ripresa: il secondo trimestre del fiscal year 2010 è stato archiviato con un utile netto di 4 milioni di dollari, dalla perdita di 509,2 milioni registrata nell'analogo periodo di un anno fa (vedi fashionmagazine.it del 10 marzo scorso).
a.b.
stats