Tiffany & Co.: aumentano i profitti nel terzo trimestre

Valori in crescita per il gioielliere americano Tiffany & Co.: nel terzo trimestre dell’anno, chiuso il 31 ottobre, le vendite nette sono aumentate dell’8%, mentre gli utili netti hanno registrato un balzo del 37%.
Un progresso che ha beneficiato di un incremento delle vendite retail a livello mondiale (a parità di superficie di vendita), di un più alto margine lordo e di una minore tassazione. Anche se il guadagno è stato inferiore alle aspettative a causa della debolezza del mercato giapponese.
Nel trimestre chiuso alla fine di ottobre gli utili della società newyorkese hanno raggiunto quota 23,8 milioni di dollari, rispetto ai 17,4 dell’anno precedente. Stessa parabola positiva per il valore relativo alle vendite nette, salite a 500,1 milioni di dollari dai 461,2 milioni dello stesso periodo del 2004.
A parità di superficie di vendita, durante il terzo trimestre i ricavi a livello mondiale hanno messo a segno una crescita del 5%, mentre quelli relativi al mercato americano hanno segnato un progresso del 7%. Contrariamente a Giappone ed Europa, dove i valori sono scesi del 2%.
Più in specifico, nel terzo trimestre le vendite nette negli store americani hanno registrato un aumento del 9%, arrivando a 247,8 milioni di dollari, mentre i ricavi netti nel resto del mondo hanno messo a segno un +7%, a quota 204,3 milioni di dollari.
Nel terzo trimestre il margine lordo è stato pari al 54,1%, rispetto al 53,2% dell’anno precedente.
a.t.
stats