Tiffany: l'utile annuale sale del 20%, cautela sul 2008 negli Usa

Nonostante il -16% subito nel quarto trimestre, il bilancio annuale di Tiffany si chiude con profitti per 303,77 milioni di dollari, in rialzo del 20%. Il chairman e ceo Michael J.Kowalski stima un'ulteriore crescita per l'anno in corso sui maggiori mercati di riferimento eccetto gli Usa, dove è d'obbligo la cautela, anche se le vendite a periodi comparabili risultano attualmente in leggero aumento.
Nel quarto trimestre i ricavi del gioielliere newyorchese sono saliti del 10% a 1,05 miliardi di dollari (+7% a parità di cambi), con un +4% in madrepatria e un +21% a livello internazionale. Nell'intero esercizio il turnover è invece incrementato del 15% a 2,94 miliardi (+13% a valute costanti).
Al momento la società si aspetta, per la prima metà dell'anno, un calo del fatturato sul mercato interno. Come ha anticipato Kowalski, il nuovo fiscal year dovrebbe tuttavia concludersi con un +10% nei ricavi e un progresso negli utili compreso nell'intervallo tra il 5 e il 9%.
e.f.
stats