Tissu Premier compie trent’anni e si concentra su ecologia e ambiente

Tissu Premier parlerà di ecologia e ambiente alla prossima edizione, in programma a Lille il 3 e 4 settembre. Il salone francese dei tessuti, che nel 2008 compie 30 anni, riesce a catalizzare l’attenzione dei compratori – soprattutto della grande distribuzione – dei Paesi limitrofi, in testa il Belgio, seguito dai Paesi Bassi, dal Regno Unito, e, a seguire, dalla Germania, dall’Italia e dalla Spagna.
Alla scorsa sessione di fine gennaio ha visitato il salone la totalità delle marche della grande distribuzione e l’80% della distribuzione della moda europea, sia per gli acquisti per l’estate 2009 sia per un’attualizzazione dell’inverno 2008/2009: in tutto oltre 5 mila visitatori.
C’erano tutti i colossi francesi come 3 Suisses, Auchan, Cacharel, Camaieu, Carrefour, Christian Dior, Comme des Garçons, Decathlon, EMC Casino, Etam, Galec (Leclerc), Galeries Lafayette, Lacoste, Marithé et François Girbaud, Monoprix, Pimkie, Promod, La Redoute, ma anche europei come Marks & Spencer, Prenatal e Vestebene.
Alla prossima edizione continuerà l’attività della sezione “Il villaggio Actua” che è un prolungamento della piattaforma focalizzata su servizi e confezione, nata dall’idea degli organizzatori “di sviluppare il lavoro in rete, con un’offerta di prodotti finiti, per rispondere al più presto e al meglio alla richiesta di reattività della distribuzione”. Tra i 30 espositori di questo spazio in crescita, anche Lener Cordier, che propone capi di tendenza “a zero rischio”, disponibili in un lasso di tempo tra 8 giorni e 3 settimane.
m.f.
stats