Tod’s: vendite semestrali in crescita del 3,8%

Il fatturato semestrale di Tod’s ha totalizzato 173,4 milioni di euro, in aumento del 3,8% rispetto alla prima metà dell’esercizio 2002. Per il marchio Fay si tratta di un raddoppio del giro d’affari, mentre le vendite di Tod’s sono rimaste quasi invariate. In flessione, invece, i ricavi di Hogan. Il gruppo di Diego Della Valle si prepara a essere sempre più competitivo, in attesa dell’auspicata ripresa.
Tornando alle vendite, il marchio Tod’s, 59,4% del fatturato totale, ha registrato un incremento dello 0,4%. Le cose sono andate molto meglio per Fay (+51,3%), che però copre il 13,9% del giro d’affari. In discesa Hogan (-9,1%), che invece realizza il 25,3% dei ricavi.
Parlando di settori merceologici, dalle semestrali è risultato in flessione soltanto quello delle calzature, cui corrisponde però la maggior parte del turnover (68,4%). Le creazioni che sono andate per la maggiore hanno interessato l’abbigliamento (+44,9%), cui corrisponde il 13,3% del giro d’affari. Bene anche la pelletteria (+16,1%), responsabile del 18,3% delle vendite.
A causa principalmente della debolezza del dollaro, il Nord America ha fatto registrare un –13,5% dei ricavi. In crescita tutti gli altri mercati: +7,2% l’Italia, +1,2% il resto d’Europa, +41,6% l’aggregato Asia e resto del mondo.
“Nonostante l’estrema debolezza dei mercati, non fermare gli investimenti programmati e puntare sulla crescita dei ricavi e sul consolidamento della rete distributiva, senza lasciarsi influenzare da situazioni di breve periodo, è sicuramente premiante - ha commentato Diego Della Valle, presidente e a.d. di Tod’s -. L’appeal dei nuovi prodotti, unito alle recenti aperture di negozi, mi consentono di ritenere che il gruppo sarà sempre più forte e competitivo nel momento in cui i mercati torneranno alla normalità”.
e.f.
stats