Tokyo: in pedana alla Japan Fashion Week uno stile street and chic

Qualcosa è cambiato o sta per cambiare: la Japan Fashion Week di Tokyo, in corso fino a domenica prossima, "rischia" finalmente di crescere. Soprattutto grazie ai suoi giovani stilisti, che sembrano in questa stagione aver trovato la chiave giusta per mescolare ispirazioni occidentali e tradizione orientale.
Sarà, dunque, forse colpa della difficile situazione economica mondiale, che si è già fatta sentire nello stile e nelle tasche delle passerelle di mezzo mondo ma questa Jfw (in scena alla Tokyo Midtown Hall) che chiude il carosello mondiale della moda, è sobria e calibrata.
Le ispirazioni street rimangono, nella capitale giapponese, un punto di riferimento importante per lo stile e anche la vena “avanguardista” tipica di collezioni creative come Ne-Nèt o Mintdesigns, che riescono a trasformare la sfilata in un vero e proprio happening: Mintdesign, in particolare, ha tenuto il suo show nel suggestivo parcheggio sotterraneo della Torre di Tokyo e rivestito le proprie modelle con una corona di spine, tema stampa ricorrente in tutta la collezione.
Tuttavia, la vera novità di questa stagione sono i marchi “couture”, quelli chic come Aguri Sagimori, G.V.G.V. o Mathou. Minimo comune denominatore di questa settimana è stato dunque il colore nero. E poi il ritorno della pelle – bellissime le mantelle sfrangiate di Mathou e G.V.G.V..
I capispalla, spesso costruiti su ispirazione di stile militare, segnano le spalle, mentre le gambe sono quasi sempre scoperte. Abbandonate le pianelle ritornano i tacchi ma non a spillo, piuttosto di stivaletti a mezza gamba.
La settimana del womenswear di Tokyo presenta dunque una donna pensosa e retrospettiva, che sembra stare a metà strada tra Matrix e le valchirie. A coronare una kermesse più interessante delle aspettative, ha inoltre pensato il progetto dedicato alla scoperta di giovani talenti, Shinmai Creator’s project, con le collezioni di Nima, Donna Sgro, Aéthéré(e), Shida Tatsuya e Sachio Kawasaki presentate dalla prima modella-robot della storia, Hrp-4C. Le novità non finiscono però qui: rumor insistenti dicono, infatti, che dalla prossima stagione saranno il gruppo Itochu Fashion System e Avex Group a occuparsi della Jfw.
s.v.
stats