Tom Ford presidente onorario di Fashion Fringe

Giunto alla sua terza edizione, il concorso britannico Fashion Fringe, focalizzato sui designer emergenti, ha eletto Tom Ford presidente onorario per il prossimo biennio. "Non dimentichiamo che Ford ha introdotto nomi come Stella McCartney e Alexander McQueen nell'impero del Gucci Group", ha commentato il deus ex machina della competizione, Colin McDowell.
McDowell, critico di moda, ha lanciato Fashion Fringe per ridare smalto a Londra come fucina di trend e talenti della passerella: l'ingresso di Tom Ford ai vertici si inserisce in quest'ottica. "La capitale britannica - ha dichiarato lo stilista texano a proposito di questo nuovo incarico - è una delle città più internazionali del mondo, un meltin' pot di culture che genera energia e una grande creatività".
Passando ai dettagli tecnici sull'edizione 2006 di Fashion Fringe, ai partecipanti (di età non inferiore ai 18 anni) viene richiesto di presentare entro il 28 aprile il progetto di una mini-linea dedicata alla primavera-estate 2007. Quattro i finalisti che, dopo avere "concretizzato" la propria collezione con il supporto del London College of Fashion, la manderanno in passerella alla prossima edizione della London Fashion Week, in programma per settembre.
L'iter dei vincitori delle sessioni passate dimostra che Fashion Fringe è un ottimo trampolino di lancio: il brand Basso & Brooke, al primo posto nel 2004, sta raccogliendo i consensi della stampa e degli addetti ai lavori mentre Erdem, che si è imposto nel 2005, ha già conquistato una notevole visibilità su riviste come Vogue e l'edizione americana di Elle. L'iniziativa è sostenuta da Yoox.com, L'Oréal Paris e The Centre for Fashion Enterprise. L'organizzazione è affidata al "colosso" Img, che sviluppa la propria attività in molteplici direzioni.
a.b.
stats