Tommy Hilfiger: +30,5% le vendite semestrali

Hanno raggiunto quota 755 milioni di euro (+30,5%) le vendite di Tommy Hilfiger Group, di proprietà del fondo di private equity Apax, nei sei mesi conclusi lo scorso 30 settembre. Brillano le performance nel Vecchio Continente (+25,9%), bene anche gli Stati Uniti (+16,7%).
L’incremento del fatturato è un risultato a cui hanno fortemente contribuito le acquisizioni del licenziatario europeo delle calzature (Tommy Hilfiger Footwear Europe, vedi fashionmagazine.it del 25 luglio 2007) e di Tommy Hilfiger Japan da Itochu (vedi fashionmagazine.it del 9 gennaio 2008).
A livello geografico, in Europa le vendite si sono attestate a 390 milioni di euro (+25,9% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente, trainate dal segmento wholesale), negli States a 232 milioni di euro (+16,7%), anche grazie alla partnership con Macy’s. Crescita a doppia cifra per la società in Asia, Centro e Sud America, mentre il Giappone sta performando secondo le aspettative.
Nella prima metà del corrente fiscal year sono stati aperti 50 negozi, portando il numero delle vetrine a 850 worldwide. Nel 2009, inoltre, è atteso l’opening del flagship store Tommy Hilfiger sulla Fifth Avenue a New York, consolidando la presenza del marchio sul mercato a stelle e strisce.
d.p.
stats