Tommy Hilfiger: nuovo ceo Europa e conto alla rovescia per gli opening di Milano e New York

Tommy Hilfiger ha annunciato la nomina di Daniel Grieder a chief executive officer per l’Europa. Con un fatturato in crescita costante a doppia cifra, il brand si sta preparando all’apertura di un flagship a New York e del primo Hilfiger Denim a Milano.
Di origini svizzere, il nuovo ceo Daniel Grieder ha fatto parte per anni della forza vendite per poi diventare, nel 2004, vice presidente delle operazioni commerciali e nel 2006 coo e presidente di Tommy Hilfiger Europe. Succede a Fred Gehring, global ceo che, insieme a tutto il management, ha fortemente supportato la nomina. “Sono molto soddisfatto che il nuovo ceo Europa provenga dai nostri ranghi - ha dichiarato -. Grieder fa parte dell’azienda da 11 anni e ha una grande conoscenza sia del brand che dell’organizzazione”. “Sono fiero di guidare l’azienda nel futuro”, ha sottolineato il neo eletto Grieder. “I prossimi anni ci vedranno impegnati in nuove sfide, in un mercato probabilmente in difficoltà - ha continuato - ma sono convinto che l’azienda sia molto ben posizionata e forte e questo mi fa guardare al domani con entusiasmo e fiducia”.
Tommy Hilfiger Group ha reso noto inoltre il fatturato per il primo semestre 2008, che ha visto un aumento del 30,5%, arrivando a quota 755 milioni di euro. La crescita è anche merito delle recenti acquisizioni di due licenziatari, Tommy Hilfiger Footwear Europe, riportato “in home” nel settembre 2007 e Tommy Hilfiger Japan, acquisito nel marzo di quest’anno.
Nella prima metà del 2008 sono stati aperti oltre 50 negozi, di cui quasi il 50% di proprietà, che hanno elevato il portafoglio a 850 punti vendita. Imminente, fissata per il 6 novembre, l’apertura del primo flagship italiano dedicato alla denim evolution del brand, che sorgerà a Milano in corso Buenos Aires 6 e si estenderà su una superficie di oltre 300 metri quadri. Prevista per il 2009, invece, l’inaugurazione del global flagship store sulla Fifth Avenue a New York, secondo una strategia di ulteriore espansione negli Usa.
e.b.
stats