Tommy Hilfiger punta a crescere in Italia

"Per noi l’Italia è un mercato strategico da spingere con importanti investimenti sul fronte retail, organizzazione e marketing" spiega a fashionmagazine.it Pier Paolo Righi, managing director di TH Italia. Lo conferma Daniel Grieder, ceo della Tommy Hilfiger Europe, con sede ad Amsterdam, che anticipa - a seguito dell’acquisizione della maison da parte di Pvh - l’arrivo di altri brand del colosso americano sul mercato del Vecchio Continente.
“L’espansione retail nel Belpaese - dichiara Righi - sarà legata sia ai negozi diretti, sia al franchising in modo bilanciato. Su Roma, Bologna, Verona apriremo in prima persona entro il 2011, mentre l’inaugurazione a Torino di quest’autunno, come già quelle recenti di Trapani e Messina, saranno in partnership con operatori locali. Stiamo lavorando ad altri cinque-sette opening entro i prossimi 12 mesi: vediamo spazio nella Penisola per una sessantina di punti vendita, di cui 10-15 direzionali”. A oggi gli store sul nostro territorio sono 23, di cui sette diretti, ben divisi tra le insegne Tommy Hilfiger e Hilfiger Denim. “Senza tralasciare - aggiunge Grieder - l’importanza dell’e-commerce, partito da soli due anni, quindi con un business ancora ridotto, ma in cui crediamo molto”.
L’intenzione è quella di crescere nello stesso tempo e in maniera equilibrata anche sul fronte wholesale, ambito in cui è stata portata a termine un’”operazione pulizia” (i clienti oggi, tenendo conto di tutte le divisioni, sono un migliaio) per lavorare meglio con gli operatori più forti.
Scelte, il managing director di TH Italia ne è convinto, “che permetteranno di incrementare i volumi di vendita: tanto che dopo un 2009 stabile, ci aspettiamo per il 2010 una crescita a due cifre, simile a quelle che avevano caratterizzato la parabola del brand in Italia negli anni prima della crisi”.
Un obiettivo che sarà reso possibile anche da importanti investimenti in comunicazione, sia con i canali classici che attraverso i new media e gli eventi, come quello recente per il lancio della capsule di Keith Haring o gli Hilfiger Denim Live, concerti con performance dal vivo di band americane emergenti e di dj di fama internazionale. “A Milano ne organizzeremo uno a novembre in una location ancora top secret” anticipa Righi.
Un altro step importante per il rafforzamento delle posizioni in Italia è stato l’inserimento di nuove risorse nel team nazionale, oggi composto da 85 persone: Chris Meyer nel ruolo di cfo/coo, Gabriele Rossini come direttore vendite per la linea Hilfiger Denim, Gaetana Angiolin a dirigere il marketing e la comunicazione.
c.mo.
stats