Topshop arriva a Milano

Pare proprio che, come già accadde per Zara, anche il retailer inglese Topshop sbarcherà in Italia, a Milano, in partnership con il Gruppo Percassi. La location prescelta sarebbe in corso Vittorio Emanuele. Intanto pure gli americani Urban Outfitters, Gap, National Geographic e Apple stanno cercando casa tra il capoluogo lombardo e Roma (nella foto, uno store Topshop).
Al momento sembra che la firma definitiva non ci sia ancora stata, ma che la scelta di Topshop potrebbe cadere sul mega negozio occupato da Conbipel o su uno store all’interno del blocco in ristrutturazione nella mani di Guglielmo Tabacchi.
Nell’ipotesi di un ingresso nello spettacolare punto vendita di 1.800 metri quadri commerciali, in cui si trova l’insegna piemontese - che pare lascerà i locali occupati dall’ottobre 2004 nel breve, forse a fine dicembre - si potrebbero aggiungere alcuni spazi del sottostante ex cinema Ambasciatori (adesso nelle mani dell’omonimo albergo), per un totale di circa 4mila metri quadri: ovviamente, in quest’ultimo caso, bisognerebbe risolvere il problema della licenza.
Per quanto riguarda invece i retailer a stelle e strisce, si sprecano ipotesi sui possibili indirizzi italiani: certo è che corso Vittorio Emanuele (e dintorni) resta tra le mete preferite. E tra l’altro si vocifera che, oltre a Conbipel, altre insegne stiano pensando di cedere i propri spazi.
Resta ancora vuoto l’ex Upim di piazza San Babila, per il quale la proprietà chiederebbe un affitto troppo elevato.
e.c.
stats