Topshop arriva a New York?

Si fanno sempre più insistenti le voci di un possibile arrivo a New York di Topshop (vedi fashionmagazine.it del 12 aprile 2006). E se davvero avverrà uno sbarco negli Stati Uniti, non sarà certo in sordina.
"Sono disposto a investire 20, 30, 40 o anche 50 milioni di dollari per garantire il successo di questa iniziativa", ha dichiarato Philip Green in una intervista alla rivista americana WWD. Il proprietario dell'Arcadia Group, che controlla oltre a Topshop numerose altre catene inglesi, ha aggiunto: "Di importanza vitale è l'implementazione della formula utilizzata in Gran Bretagna, dove, in location selezionate, consegniamo nuovi articoli anche tre volte al giorno".
L'imprenditore avrebbe già preventivato l'acquisto di un aereo merci per facilitare il trasporto dei prodotti firmati Topshop negli Stati Uniti e si sarebbe inoltre assicurato il controllo di un edificio di notevoli dimensioni (5.570 o addirittura 8.360 metri quadrati) in una location di tutto rispetto nel centro di Manhattan.
Attualmente Topshop controlla un portfolio di 455 vetrine con 290 negozi Topshop e 165 punti vendita Topman.
p.o.
stats