Trimestrale in chiaroscuro per Abercrombie & Fitch

Le vendite trimestrali di Abercrombie & Fitch salgono del 10% a 921,2 milioni di dollari. Tuttavia, a parità di negozi, il primo quarter rivela un -5% come risultato di un -4% per l'insegna ammiraglia, un -11% per abercrombie kids e un -5% per Hollister Co..
In flessione anche il risultato operativo dei tre mesi terminati il 28 aprile, passato da 38,7 a 6,3 milioni, e l'utile netto crollato da 25,1 a 3 milioni di dollari. Su questi risultati, come evidenzia una nota, pesano maggiori spese sul fronte distributivo e un aumento alla voce costi generali, amministrativi e di marketing.
Il presidente e ceo Mike Jeffries non ha nascosto la delusione a proposito del trend delle vendite in Europa, che resta una sfida in un contesto macroeconomico difficile. Per l'intero esercizio il giro d'affari a pari perimetro distributivo è atteso in flessione intorno al 5%. Confermate invece le stime di utili per azione in un range tra 3,50 e 3,75 dollari.
Il gruppo quotato sul mercato Nyse continua a ipotizzare spese per 400 milioni di dollari nell'esercizio, relative all'apertura di nuovi storie, oltre che al restyling di quelli già esistenti.
e.f.
stats