Trimestrali Fossil: delusioni dagli Usa, dinamismo in Europa

La statunitense Fossil ha realizzato un incremento dei ricavi del 9,1% su base trimestrale, raggiungendo quota 257,5 milioni di dollari. Ad alimentare questo risultato, come spiega la società, la crescita del business wholesale (+12,8%), soprattutto in Europa (+21%). Negativo l’impatto della domanda interna di orologi.
L’utile netto della società quotata al Nasdaq si è attestato a 22,3 milioni di dollari, in flessione dai 23,4 milioni del terzo trimestre 2004.
I conti a nove mesi evidenziano invece una crescita dell’11,6% del fatturato, che totalizza 716,3 milioni e utili a 55,9 milioni, dai 55,5 milioni precedenti.
Fossil è specializzata nel settore orologeria con marchi propri e in licenza (tra questi, Diesel e Burberry), ma realizza anche linee complementari che spaziano dalla piccola pelletteria agli occhiali, fino alla gioielleria e all’abbigliamento.
e.f.
stats