Tutti in concept bike con Johnny Lambs

Presentata venerdì scorso presso il monomarca di piazza Cinque Giornate a Milano con un invitato d’eccezione, l’onorevole Formigoni, la bicicletta pieghevole anti-traffico ideata da Johnny Lambs. Il brand è conosciuto per aver inventato negli anni ’80 l’Italian casual friday, elaborazione secondo i canoni di eleganza nostrana del fridaywear, abbigliamento informale indossato dai broker newyorkesi al termine della settimana lavorativa.
Di questa intuizione oltreoceano, ne ha fatto un vero e proprio lifestyle, conferendo agli abiti classici un tocco di eccentricità ed estendendo il suo core business alla sponsorizzazione di competizioni sportive d’élite, regate, gare automobilistiche e di golf. Sensibile alla tendenza ecologista, oggi si lascia sedurre anche dalle due ruote senza motore, presentando la sua “concept bike” in edizione limitata. “L’idea è nata dall’estro dello stilista Giorgio Tocchi ed è in linea con la nostra mission: unire praticità, comodità ed eleganza - dichiara Federico Bani, presidente di Johnny Lambs -. Per il momento ne abbiamo realizzati solo 50 esemplari, andati a ruba tra i nostri agenti e diversi vip, ma visto il successo ottenuto, dall’estate del 2009 la bike sarà distribuita nei negozi Johnny Lambs di tutta Italia”.
Bianca e blu, griffata con il marchio dell’azienda e con il disegno di un “jecko”, animaletto ecologico che le ha valso il soprannome di “jeckologica”, costa intorno ai 400 euro e, ripiegandosi con poche mosse su se stessa, può essere facilmente riposta all’interno di una sacca da lasciare in ufficio, nel baule dell’auto o in barca. Una bici furba, a prova di parcheggio e di ecopass, che è piaciuta subito al presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni. Lui - grande sportivo che vanta un passato da campione di scherma e che ha promosso diverse iniziative per dotare di biciclette i dipendenti della Regione -, è stato scelto tra i personaggi a cui donare la nuova creazione, perché ben rappresenta quell’understatement di classe su cui si basa la filosofia dell’azienda.
Il brand oggi gode di una sempre più solida strategia di prodotto grazie a un nuovo assetto finanziario e appartiene a una famiglia di imprenditori bresciani guidati da Federico Bani. Già proprietaria di due importanti catene di negozi in Lombardia, Carnevali e Passatempo, ha potuto introdurlo in ampie aree di mercato, coprendo sia il territorio nazionale che quello internazionale con oltre 600 punti vendita di cui 250 oltreconfine. Dopo l’apertura, lo scorso marzo, del primo monomarca italiano nella piazza milanese, il presidente Bani parla già di future e importanti partnership.
e.b.
stats