Ultimo trimestre a due cifre per il marchio Gucci

Performance "eccellente" per il marchio Gucci che, dopo il recupero di dicembre, continua a migliorare il proprio giro d’affari. Lo ha affermato il presidente e amministratore delegato uscente del Gucci Group, Domenico De Sole, ieri a Milano per la sfilata della griffe fiorentina, l’ultima firmata da Tom Ford.
De Sole ha spiegato che si tratta di una crescita a doppia cifra (a parità di tassi di cambio) messa a segno anche nel Vecchio Continente, nonostante la crisi congiunturale. "Le vendite della collezione primavera estate sono andate splendidamente", ha aggiunto l’a.d., dichiarandosi ancora "impegnatissimo" nel proprio incarico alla guida del luxury group.
I numeri dell’intero esercizio sono attesi per aprile, mese cruciale per la società, dal momento che partirà anche l’Opa del colosso francese Pinault-Printemps-Redoute, per acquisirne il controllo totale, e scadranno i contratti di De Sole e Ford (vedi fashionmagazine.it del 16 febbraio 2004 e del 4 novembre 2003). A questo proposito, non si sa ancora nulla sugli impegni futuri del duo che ha portato al successo il marchio Gucci: De Sole non ha mai nascosto il ritorno in famiglia negli Stati Uniti (almeno nell’immediato), mentre per Ford ultimamente si è addirittura parlato del ruolo di film director presso la californiana Creative Artists Agency. Fonti di stampa riferiscono oggi che il designer starebbe archiviando la partita Gucci con amarezza: recentemente, avrebbe infatti dichiarato di essere stato "buttato fuori" dal gruppo.
e.f.
stats