Un 2009 con il segno meno per Hugo Boss, ma nel 2010 tornerà a crescere

Hugo Boss ha registrato nel 2009 vendite per 1,56 miliardi di euro (-7%), mentre l’utile netto si è attestato a 104 milioni di euro, in flessione del 7%. La società di Metzingen prevede comunque per il 2010 un incremento del fatturato, un tasso di crescita dell’ebitda superiore a quello del turnover e mette anche in cantiere 50 nuovi store a gestione diretta (nella foto, il presidente e ceo Claus-Dietrich Lahrs).
Nell’esercizio appena concluso le vendite sono aumentate del 2% nel continente americano (+4% negli States) e del 2% nella regione Asia-Pacifico, mentre hanno segnato una diminuzione dell’11% in Europa. Sempre nel 2009 l’ebitda del gruppo della moda è risultato pari a 270 milioni di euro, in contrazione del 6%, con un margine di profitto stabile al 17% nonostante le incertezze congiunturali. L’indebitamento finanziario netto, al termine del fiscal year, si è ridotto del 35% a 379 milioni di euro.
“Grazie alle ampie misure strutturali subito adottate, Hugo Boss è riuscito a mantenere un livello elevato di vendite e margine di profitto, in un anno che si è rivelato difficile per il mercato del lusso”, ha commentato il chairman e ceo Claus-Dietrich Lahrs.
d.p.
stats