Un altro nuovo salone dei tessuti?

Dopo la conferma della notizia che Pratotrade e Pitti Immagine stanno definendo i dettagli di un nuovo salone di anticipazione sui tessuti, è in corso un’indagine tra espositori e visitatori di Milano Unica per verificare l’opportunità di dare vita a un appuntamento tessile di mezza stagione. Lo spiega a fashionmagazine.it Pierluigi Loro Piana, presidente di Ideabiella.
Milano Unica rimane un punto fisso nel panorama fieristico italiano con una formula collaudata e sinergica in quanto racchiude al suo interno le cinque manifestazioni specializzate per i tessuti Ideabiella, Ideacomo, Moda In, Prato Expo e Shirt Avenue.
Loro Piana ribadisce “che Milano Unica in questo momento di crisi generalizzata è una certezza e una sicurezza con servizi sviluppati al meglio per la sua clientela internazionale e con la presentazione di campionari interessanti e in evoluzione, riflesso della volontà dei tessitori di reagire e guardare avanti”.
Per ora non si parla di cambiare date, di anticipare o posticipare l’evento, né di creare momenti alternativi per presentare le pre-collezioni.
Da Firenze è invece arrivata la conferma della notizia che Pratotrade e Pitti Immagine sono al lavoro per definire i dettagli di un nuovo salone di anticipazione sui tessuti, che dovrebbe debuttare sull’Arno in contemporanea con Pitti Immagine Filati (vedi fashionmagazine.it del 19 gennaio).
Loro Piana riferisce però che è in corso un’indagine tra espositori e clienti “per analizzare la necessità o meno di creare un incontro di mezza stagione per rispondere alle esigenze di una parte di clientela, soprattutto americana e del settore donna, che è strutturata con quattro uscite all’anno”.
“Inoltre stiamo valutando - continua Loro Piana - se un momento di presentazione in più sia la miglior soluzione. Dobbiamo essere pronti, se fosse il caso, a cambiare qualcosa, ma dopo decisioni ponderate: eccessivi anticipi creerebbero infatti disagi a molti”.
m.f.
stats