Un brillante 2008 per Tod’s

Tod’s a prova di crisi. Il gruppo marchigiano specializzato in calzature, pelletteria e abbigliamento di lusso ha chiuso il 2008 con un turnover di 707,5 milioni di euro, in progresso del 7,7% a cambi correnti rispetto ai 657,1 milioni del 2007. Brilla il marchio Hogan (+19,6%, a quota 238,7 milioni). Previsioni positive per il 2009 (nella foto, il presidente e ceo Diego Della Valle).
Lo scorso anno il brand Tod’s ha messo a segno vendite per 356,6 milioni di euro (+2,6%), Fay è avanzato del 3,7% a 93,3 milioni, Roger Vivier del 5% a 16,8 milioni. Scomponendo il turnover per categoria merceologica, si nota che le calzature, principale motore dei ricavi, hanno registrato un incremento del 13,7%, l’abbigliamento del 5,9% mentre la pelletteria è arretrata del 9,1% rispetto al 2007.
I dati preliminari forniti dalla società evidenziano una crescita a doppia cifra in Italia, mercato di riferimento per il gruppo quotato a Piazza Affari: +15,2% e un giro d’affari pari a 384,1 milioni di euro. Pressoché invariato il turnover generato in Europa (+0,1%), in avanzata l’area Asia e resto del mondo (+7,1%). In calo del 10,7% i ricavi sul mercato nordamericano, che ha registrato un ulteriore rallentamento dei consumi negli ultimi mesi del 2008.
“Anche nel 2009 stiamo registrando buoni segnali di vendita - ha affermato Diego Della Valle, presidente e ceo del gruppo - sia nei nostri negozi, sia nel canale wholesale, grazie anche alla nostra attenzione per la qualità, l’innovazione e l’esclusività dei prodotti”. “Pur considerando l’elevata incertezza del contesto, che limita la visibilità sui risultati - ha sottolineato - ritengo che Tod’s Group potrà registrare una crescita del fatturato e degli utili nell’esercizio in corso”.
A fine 2008, la rete distributiva della società contava 150 store a gestione diretta e 71 negozi in franchising (dai 125 e 63 punti vendita, rispettivamente, al 31 dicembre 2007).
d.p.
stats