Un triennio di sviluppo nel nuovo piano industriale di Fusco

Antonio Fusco ha varato un piano di sviluppo per il triennio 2010-2013. Tra i punti del programma, l’incremento delle vendite, nuove prospettive distributive e un ampliamento delle categorie merceologiche. Obiettivo: raggiungere entro il 2013 un fatturato globale di 50 milioni di euro.
Entro il triennio considerato, l’azienda punta a totalizzare vendite pari a 10 milioni di euro per la prima linea donna e a 7 milioni per quella maschile.
A partire dall’anno prossimo la griffe progetta anche il lancio di una seconda collezione di womenswear, per la quale si aspetta un turnover di 15 milioni di euro entro il 2013.
Sempre il 2010 sarà l’anno dell’introduzione di una serie di proposte di ispirazione couture, Antonio Fusco Gold, destinata solo a selezionati buyer italiani ed esteri.
In aggiunta, la società intende investire sul mercato degli accessori tramite la formula della vendita diretta o della licenza. Le estensioni di gamma, tuttora in fase di studio, potrebbero riguardare la profumeria, la camiceria e l’occhialeria.
Quanto alla distribuzione, entro il 2010 è prevista l’apertura di una seconda boutique monomarca in Italia o all’estero e di un secondo factory store. m.g.
stats