Una Milano Fashion Week più lunga? Segnali dal Comune

La "settimana lunga" per le sfilate potrebbe tornare alla ribalta? Questo è ciò che auspica l’assessore alle Attività Produttive di Palazzo Marino, Giovanni Terzi (nella foto). Mario Boselli: "Non diluire i tempi, ma organizzarli meglio".

“Il 21% del Pil di Milano è riconducibile al sistema moda – ha spiegato oggi Terzi, intervenuto all’ottava edizione del Milano Fashion Summit -. Per questo un passo da compiere è quello di riconciliare la città con l’industria del prêt-à-porter, favorendo un maggiore coinvolgimento dei cittadini e delle autorità locali”.

“Per questo – ha concluso – ci piacerebbe riallungare la nostra fashion week, renderla più piena, inserirla in un sistema in grado di accogliere i buyer come meritano”. La considerazione è parzialmente condivisa dal presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana, Mario Boselli: “L’obiettivo condiviso da più parti, al momento, non è tanto quello di aggiungere nuove date, quanto di organizzare in modo più virtuoso quelle che già abbiamo”, ha spiegato a fashionmgazine.it.
“Sugli otto giorni del prêt-à-porter femminile – ha chiarito Boselli – sei dovrebbero essere dedicati ai grandi stilisti italiani e i restanti due ai designer emergenti e agli stranieri”. “Purtroppo – ha aggiunto - questo progetto, ora come ora, non è abbastanza sostenuto dalle fashion house”. I prossimi appuntamenti con le sfilate milanesi sono dal 16 al 20 gennaio 2010 (menswear) e dal 24 febbraio al 3 marzo per la moda donna. 

m.g.
stats