Una nuova immagine per Mode City e Interfilière

In attesa del cambio di date previsto per il 2011 (vedi fashionmagazine.it del 16 giugno), i saloni parigini dell’intimo e della lingerie Mode City e Interfilière si preparano alle prossime edizioni, in calendario dal 4 al 6 settembre a Porte de Versailles. Numerose le novità previste per vivacizzare l’offerta e facilitare la visita dei buyer.
”A livello generale – spiega a fashionmagazine.it Valérie Lemant, direttrice della divisione Lingerie dell’ente organizzatore Eurovet – abbiamo lavorato in direzione di una maggiore leggibilità dell’assortimento, con settori in grado di esprimere immediatamente il target e il posizionamento dei prodotti”. Il cambiamento è visibile già all’ingresso di Mode City, grazie a “Fireflies’ Garden”, un camminamento dalla scenografia marina, realizzato con le proposte di 60 marchi: “Una vetrina suggestiva ed efficace – precisa Lemant – che sin da subito dà un nuovo imprinting al salone”. Ma le novità non finiscono qui. “Per la prima volta – aggiunge la manager – le sfilate non si terranno più all’interno dei padiglioni, ma all’esterno, proprio nel centro di Porte de Versailles, acquistando così maggiore visibilità”. A cambiare pelle è anche il forum tendenze: al suo posto arriva “The Bubble”, uno spazio rilassante e dall’approccio polisensoriale che intende fornire ai visitatori una sorta di vademecum per i trend del futuro.
Quanto a Interfilière, la rassegna dedicata ai tessuti per beachwear e lingerie ripropone come suo cuore pulsante il Forum generale, con una selezione delle creazioni più innovative presentate dalle aziende. Tra le news della kermesse spicca sicuramente Short Cut, un’area speciale dedicata ai produttori che necessitano di metrature contenute: l’ideale, come sottolinea Valérie Lemant, per chi ha in programma capsule collection o per i giovani stilisti. Senza dimenticare Beach Innovation, una piattaforma creata per far incontrare espositori di Interfilière e Mode City e dalla quale è previsto possano scaturire dei prototipi. A cornice della manifestazione ricordiamo anche “Détournement de matières”, il concorso biennale della Fédération Française des Dentelles et Broderies focalizzato sulle nuove interpretazioni dei pizzi e dei ricami.
a.t.
stats