Ungaro: dimissioni in vista per il presidente e ceo Paolo De Spirt

Cambio della guardia ai vertici di Ungaro. Dopo l’uscita di scena di Vincent Darré, che ha lasciato la direzione creativa della maison a Peter Hyde Dundas, ora toccherebbe al presidente e ceo Paolo De Spirt. Secondo quanto risulta a fashionmagazine.it il manager avrebbe intenzione di dare le dimissioni subito dopo la sfilata di Parigi, prevista per il 2 marzo al Couvent des Cordeliers.
Non si tratterebbe di un addio immediato, visto che De Spirt resterebbe all’interno della società fino alla fine dell’anno in qualità di consulente. La decisione potrebbe essere stata maturata nell’idea di volersi dedicare ad altre esperienze.
Al momento nessuna indiscrezione è trapelata sul successore che dovrà portare avanti il piano di rilancio della griffe, dopo il passaggio di mano dalla famiglia Ferragamo all’imprenditore Asim Abdullah. Intanto, il primo banco di prova sotto la nuova proprietà sarà la sfilata del prossimo 2 marzo nella capitale francese, che vede il debutto come direttore creativo di Peter Hyde Dundas, con un passato in maison di rilievo come Roberto Cavalli, Jean Paul Gaultier e Christian Lacroix.
v.s.
stats