Unifi rileva la unit di Sara Lee focalizzata sui fili di nylon

Sara Lee Corporation, colosso americano attivo anche nel tessile-abbigliamento, ha ceduto a un’altra società statunitense, la Unifi Inc. attiva nel campo dei fili testurizzati, le operation relative ai filati in nylon.
Il prezzo pagato da Unifi è di 2,6 milioni di dollari. L’azienda si è accordata per fornire a Sara Lee, tramite un’intesa a lungo termine, i fili in nylon per le collezioni di calze che fanno capo a questa compagnia. La produzione di nylon testurizzato e di denaratura sottile sarà dunque trasferita negli impianti di Unifi, a Madison, entro il 16 luglio. Grazie a questo passaggio, in Unifi saranno creati nuovi posti di lavoro: circa 170, in gran parte ripresi dalla chiusura di una fabbrica di calzetteria di Sara Lee, prevista fra due mesi.
Unifi ha totalizzato nel 2003 vendite per circa 850 milioni di dollari, con una perdita netta di 50 milioni di dollari nel terzo trimestre chiuso lo scorso 28 marzo, contro un utile netto di 1,1 milioni di dollari nello stesso periodo dell’anno prima. Questo perché sono intervenuti costi di ristrutturazione sia negli States, sia nel Vecchio Continente. Sempre nel trimestre, le vendite sono scese a quota 190,9 milioni di dollari (-13,1%), comunque in lieve ripresa rispetto al precedente trimestre. Invece, nello stesso arco di tempo, Sara Lee Apparel ha messo a segno un +4,4% nelle vendite (pari a 1,56 miliardi di dollari), con un utile operativo in decremento del 23,4% per 142 milioni di dollari.
uh
stats