"United Nations of Bread & Butter": 100 Paesi al salone di Barcellona

La rassegna dedicata al multiforme universo della moda giovane prende il via domani, per chiudersi venerdì 23 gennaio, nell’ormai tradizionale location della Fira de Barcelona. Circa 800 i brand presenti (in leggera flessione rispetto all’edizione dello scorso inverno), provenienti da un centinaio di Paesi: un pout pourri di internazionalità, che quest’anno è sottolineato dal motto "United Nations of Bread & Butter".
La piattaforma organizzata d Karl-Heinz Müller si apre però ufficialmente già stasera, con il consueto party danzante ospitato nella parte superiore del complesso fieristico. La superficie espositiva, più o meno confermata rispetto all’ultima edizione, è distribuita nelle seguenti aree: Denim Base, dove confluiscono storiche firme e marchi innovativi del jeanswear; Fashion Now!, dedicata all’abbigliamento informale più di tendenza; Sport & Street, cuore pulsante dello show, focalizzato sui grandi marchi sportivi, in particolare sui boardsport; Urban Superior, focalizzato sulle varie forme del glamour metropolitano e, infine, Luna Park & Avenida, elemento di congiunzione dei diversi segmenti di BBB, sia per quanto riguarda il contenuto che per ciò che concerne gli spazi.
Non mancheranno le sfilate e gli special event dentro e fuori dalla location fieristica, che porteranno in scena le collezioni firmate da Ed Hardy, G-Star, Replay e Custo Barcelona.
Per la prima volta, al terzo piano dell’area Sport & Street verrà ospitato un mercatino delle pulci, dove saranno venduti direttamente capi da collezione di brand come Addict, Adidas, Alife NYC, A.P.C., Applebum, Asics, Boneyards, Broken Home, Call of the Wild, Carhartt, Casio, Cheap Monday, Converse, Penfield, Polo Ralph Lauren, Puma, Starter, Stüssy, Surface to Air e tanti altri.
Tornerà, per la sua seconda edizione, anche The Source, dedicata alle aziende produttrici di tessuti e finissaggi per l’industria del denimwear. La piattaforma sarà aperta a tutti i visitatori di Bread & Butter e quest’anno, per beneficiare maggiormente delle sinergie con il salone, avrà una posizione più centrale, occupando il piano alto della Superior Hall (dedicato alla tendenze) e parte del Luna Park. Tra gli exhibitor saranno presenti aziende come Blastex–Jeans Finishing Systems, Bottonificio Bap, Candiani Premium Selvedge, Itv Industria Tessile del Vomano, Limonta, Okinawa, Reca Group e Royo.
Da segnalare, tra gli appuntamenti in programma a The Source, “Creative R’Evolution-50 Years of Fluxus from the Archivio Bonotto”, mostra dedicata alle opere del movimento Fluxus, curata dal tessitore Luigi Bonotto.
m.g.
stats