Valentino: Norsa conferma il break-even per il 2004

"Non ci sono elementi per dire che non sarà possibile il previsto raggiungimento del break-even entro il 2004", ha annunciato l’a.d. della Valentino Michele Norsa. E ha dichiarato di non essere preoccupato circa il raggiungimento di un accordo per il contratto con lo stilista e il socio Giammetti.
“Il contratto è già scaduto, eppure Valentino Garavani e Giancarlo Giammetti stanno lavorando serenamente e con straordinario entusiasmo. È chiaro che c’è una comune volontà di proseguire l’attività insieme: credo ci sia stata troppa enfasi su questo tema da parte della stampa” detto Norsa che ha anche annunciato un rafforzamento del team stilistico con l’introduzione di giovani designer stranieri.
Nel corso dell’incontro con gli analisti finanziari sul bilancio Marzotto 2002, Norsa ha illustrato quanto fatto nei nove mesi di gestione della griffe acquisita dal gruppo al 31 maggio 2001 e le strategie per l’immediato futuro: brand extension dal prêt-à-porter al segmento diffusione e young/leisure, e da un business concentrato principalmente sulla donna a una maggiore attenzione anche al menswear (che verrà focalizzato più sul segmento business e un po’ meno sul fashion). Non solo. “Se oggi Valentino è sinonimo di night/cocktailwear e luxury accessory deve diventare sempre più una griffe di daywear ed everyday accessory” ha detto Norsa.
“Il manager ha anche ricordato tutti gli interventi post-acquisizione sul fronte licenze, retail, prodotto e organizzazione che hanno portato i ricavi dei sette mesi consolidati a 80,2 milioni di euro (136,8 milioni di euro il totale 2002), con un risultato operativo di +1 milione di euro (–12,6 milioni di euro il risultato per tutto il 2002, dovuto in gran parte all’interruzione straordinaria di alcuni contratti di licenza e all’applicazione di più rigorosi principi contabili su valutazioni di magazzini e costi).
“Per il 2003 Norsa prevede un rallentamento del tasso di crescita a causa della debolezza del dollaro e delle principali monete asiatiche, della difficile congiuntura internazionale e del posticipo dell’acquisizione del distributore giapponese al 2004. Ma l’amministratore delegato della Valentino ha anche annunciato un forte miglioramento della redditività grazie alla riorganizzazione in corso. Alla voce negozi, infine, Norsa ha ricordato le recenti aperture di Madrid, Taipei e Taichung e le prossime inaugurazioni a Jakarta, Singapore e in Kuwait.
c.mo.
stats