Versace con Facchini per l'abbigliamento e gli accessori Versus

Il nuovo corso di Versus procede con il Gruppo Facchini. La maison Versace, cui il brand fa capo, ha infatti affidato alla società veneta la produzione e la distribuzione di abbigliamento e accessori (maschili e femminili) a partire dalla primavera-estate 2010. Grazie anche a business come quelli dei profumi e degli occhiali, il fatturato di Versus dovrebbe superare, nelle stime dei vertici, i 700 milioni di euro nei prossimi cinque anni.
Con questo accordo Facchini, che è attivo anche nell'hotellerie e nell'arte (la famiglia che dà il nome al gruppo, attraverso la Swinger International, è l'attuale proprietaria della griffe Byblos), costituirà una società ad hoc, la Vsv, che vedrà nel ruolo di a.d. Mathias Facchini. Dalla Versace, inoltre, non escludono nei prossimi anni, l'acquisizione di una partecipazione nella newco.
“Con questo grande progetto globale il Gruppo Versace guarda oltre la crisi”, ha commentato l'a.d. della Medusa, Giancarlo Di Risio. “Versus - ha aggiunto - aprirà 20 boutique entro il 2011 in tutto il mondo. si tratta di un piano con una grande forza intrinseca che è stato fino a oggi circoscritto a iniziative speciali e che, in virtù di questo accordo, potrà crescere e imporsi come novità nel mondo del lusso più accessibile”.
Il rilancio di Versus, lo ricordiamo, ha preso il via nel 2007 con un orientamento al lusso “tecnologico” sfociato nella partnership con Samsung per i cellulari e con Vertime per gli orologi. Gli occhiali e i profumi sono invece affidati rispettivamente a Luxottica e a Euroitalia. Risale al 2005, invece, la decisione di non rinnovare la licenza per l'abbigliamento in capo a It Holding attualmente legata alla Versace per la collezione Vjc (vedi news di oggi).
e.f.
stats