Versace signature: allo studio un accordo produttivo con Ittierre

Da Versace arriva la conferma di una notizia trapelata sulla stampa: la linea Versace signature, attualmente realizzata internamente, potrebbe essere affidata alla Ittierre tramite una partnership produttiva. Torna alla ribalta anche la proposta dell’acquisto da parte della griffe del magazzino di Versace Jeans couture, in giacenza presso l’azienda molisana.
L’ultima parola sulla nuova prospettiva legata a Versace Signature spetta ai tre commissari Spinola, Ciccoli e Chimenti, che si stanno occupando delle sorti di Ittierre e che in un primo momento avevano sollevato perplessità sull’ipotesi di una semplice intesa produttiva, che ha meno margini di guadagno di una licenza vera e propria. Ma sembra che ora esistano buoni margini per una convergenza di vedute.
Per comprendere i presupposti della vicenda bisogna risalire allo scorso anno, quando la società di Isernia era ancora in bonis ma non pagava le royalty a Versace e alle altre griffe di cui produceva le seconde etichette. Era stato l’allora a.d. della Medusa Di Risio a decidere e comunicare a Ittierre il mancato rinnovo della licenza, ventilando contestualmente l’acquisto dei capi Versace Jeans couture in magazzino, a parziale compensazione delle royalty arretrate, oltre alla produzione della label Signature come semplice commessa.
Ora la prospettiva viene rilanciata, anche se a gestire l’operazione non sarà più Di Risio, ma il neo a.d. della Medusa Gian Giacomo Ferraris, il cui mandato inizia il 15 luglio.
e.a.
stats