Versace vuole espandersi ma senza nuovi investitori o raccolta di capitali in Borsa

Stando a fonti di stampa odierne, la famiglia Versace avrebbe affidato a Goldman Sachs l'incarico di cercare un partner finanziario, che entrerrebbe nella maison con una quota tra il 30% e il 40%. Dalla fashion house della Medusa chiariscono: l'azienda è in espansione ma non cerca investitori né punta alla quotazione in Borsa, almeno nel breve periodo (nella foto, l'a.d. Gian Giacomo Ferraris).
Secondo la carta stampata, tra le ipotesi per ricapitalizzare la griffe vi sarebbe anche l'emissione di obbligazioni convertibili, con l'obiettivo di arrivare nell'arco di due o tre anni alla quotazione, a Milano o in un'altra piazza internazionale.
Vero è che, come ha dichiarato l'amministratore delegato Gian Giacomo Ferraris in un'intervista a wwd.com, la famiglia sta valutando più alternative con banche e consulenti, insieme al management, per dare impulso alla crescita del gruppo. I Versace però non vogliono perdere il controllo totale della maison e desiderano restare del tutto indipendenti.
Superando gli obiettivi del management, nel 2011 Versace ha messo a segno un +16% dei ricavi, a 340,2 milioni di euro, e ha festeggiato il ritorno all'utile per 8,5 milioni, dalla perdita di 21,7 milioni del 2010. Gli azionisti Santo, Donatella e Allegra Versace (titolari rispettivamente del 30%, 20% e 50%) hanno quindi tutto l'interesse a massimizzare questo momento positivo, come ha spiegato Ferraris. Il ceo ha inoltre anticipato che il 2012 è iniziato bene grazie anche a mercati come gli Usa, cresciuti del 30% nel primo quarter. Il target è realizzare una crescita a doppia cifra dei ricavi per i prossimi tre anni.
Performance possibile grazie allo sviluppo retail, che prevede un opening a Soho in estate e un'altro a Los Angeles (Beverly Center) con la Versace Collection. Nel 2012 sono i programma 10 spazi nella Greater China e Sud-Est Asiatico, oltre a un Versace Collection store a Milano e a quattro nuove boutique in Medio Oriente (Beirut, Kuwait, Dubai e Abu Dhabi). Infine, la maison rafforzerà la presenza in Giappone e sbarcherà per la prima volta in Corea e Sud America.
c.me. ed e.f.
stats