Vf: cresce nel 2008 ma rallenta nell’ultimo quarter

Vf ha archiviato il quarto trimestre dell’anno con un turnover di 1,91 miliardi di dollari (-2%) e un utile netto di 115,8 milioni di dollari (-29,5%), portando il fatturato del 2008 a 7,64 miliardi di dollari, in progresso del 5,8% sul 2007 (+1,9% i profitti a quota 602,7 milioni). Previsto un calo dei ricavi nel 2009.
La società di Greensboro ha evidenziato buone performance, sia trimestrali (+13,5%) sia annuali (+14,6%), per la divisione oudoor (che comprende brand come The North Face, Vans, Napapijri), mentre hanno sofferto il jeanswear (-8,1% nel quarter e -4,8% nel 2008) e lo sportswear, cui fanno capo marchi come Nautica, John Varvatos e Kipling (le flessioni dei periodi considerati sono, rispettivamente, dell’8,8% e del 7,2%).
“La forza del business model di Vf si è riflettuta nei risultati del 2008, con ricavi record e utili consistenti nonostante le condizioni economiche estremamente difficili” ha dichiarato Eric C. Wiseman, presidente e ceo del gruppo. “Abbiamo intrapreso le giuste azioni per prepararci a un difficile 2009 - ha proseguito -. Continueremo a monitorare le condizioni con attenzione, restando al contempo disciplinati e flessibili nel nostro approccio alle mutevoli evoluzioni del mercato”. Per quest’anno, il gruppo statunitense prevede un calo del turnover “low to mid single digit”.
d.p.
stats