Vf: previsioni di una crescita più lenta nel 2006 e incremento delle strategie legate al retail

Vf Corporation, il gruppo statunitense che realizza marchi quali Lee, Wrangler, The North Face, Vans, Napapijri e Nautica, ha confermato le linee guida del 2005 ma ha dichiarato di prevedere una crescita nelle vendite leggermente inferiore per il prossimo anno.
Vf Corporation, che ha sede a Greensboro, ha dichiarato di prevedere per l’anno un aumento nel profitto di circa il 10% e che il turnover dovrebbe evolvere del 5-6%. Le vendite nel quarto quadrimestre del 2005 dovrebbero incrementarsi di circa il 2%. Nel luglio scorso il gruppo ha pronosticato vendite annuali in salita del 7% rispetto al 2004, quando avevano superato l’obiettivo dei 6 miliardi di dollari.
Il gruppo ha dichiarato anche che nel 2006 prevede che le vendite cresceranno a un ritmo più lento, del 4-5%, escluso l’impatto di qualsiasi acquisizione il gruppo dovesse fare. I profitti per il 2006 dovrebbero evolvere del 6%. “Continueremo a investire per lo sviluppo dei nostri lifestyle brand – ha detto il ceo Mackey J. McDonald -. Nel frattempo puntiamo a ulteriori acquisizioni, in sintonia con la nostra visione strategica e con i nostri criteri finanziari”.
Nel frattempo, come si legge sul sito WWD.com, si punta a implementare la strategia legata al retail. Il gruppo, che si trova al secondo anno di un piano quinquennale di riorganizzazione che mira alla crescita attraverso l’acquisizione di lifestyle brand, ha aggiunto a questo obiettivo quello di aprire oltre 400 store di proprietà nei prossimi quattro anni.
Il gruppo oggi possiede 525 store, 305 “standard” e 220 outlet. Come riferisce il management, questi canali hanno coperto il 13% delle vendite nel 2005. L’obiettivo ora è di raddoppiare il numero di questi spazi a quota 649, aumentando quello degli outlet a 279, per un totale di 928 entro il 2009, in modo da arrivare a coprire il 18% delle vendite.
La strategia fornisce anche a Vf l’opportunità di continuare a far crescere i brand heritage quali Lee, Wrangler e Vanity Fair, che hanno portato il gruppo a divenire il gigante da 6 miliardi di vendite che è oggi. I negozi di proprietà in questo ambito coprono l’1% dei fatturati nel 2005. I canali del lifestyle quali Vans e The North Face, invece, coprono il 20% dei fatturati.
Il nucleo dell’espansione retail metterà a fuoco i mercati internazionali, dove le vendite sono cresciute rapidamente negli ultimi tre anni, arrivando a un 23% di quelle totali nel 2005, rispetto al 19,8% del 2002. L’Europa assorbe l’82% delle vendite oltrefrontiera. Ora il management guarda con attenzione all’America Latina, al Messico, all’Asia e all’Europa dell’Est, che oggi si aggiudicano congiuntamente un 13% delle vendite estere.
c.me.
stats