Vfg: il fatturato cresce del 3% nel 2008 ma arretra l’ebitda

Nel 2008 il Valentino Fashion Group ha totalizzato un fatturato netto consolidato pari a 2,2 miliardi di euro, in progresso del 3% a cambi correnti (+5% a valute costanti), con un ebitda in flessione del 3% a quota 320,4 milioni di euro (14,5% del turnover). Bene l’area Asia/altri Paesi (+19%), in leggero incremento (+1%) il business europeo (nella foto, l'amministratore delegato Stefano Sassi).
Buoni i risultati di Hugo Boss (+3%, con decisi aumenti delle vendite in Asia e America) e Marlboro Classics/altri marchi (+4%), mentre Valentino ha ceduto l’1% (a cambi costanti si evidenzia, invece, un +5%). La società ha fatto sapere, per quanto riguarda la fashion house romana, che “la sensibile crescita messa a segno nel primo semestre dell’anno è stata ridimensionata dalla performance negativa registrata, nella seconda parte dell’esercizio, dalle vendite del retail diretto, in seguito al graduale acuirsi della crisi finanziaria internazionale”. Il risultato della gestione ordinaria del gruppo, al netto degli ammortamenti, si è attestato a 248,3 milioni di euro, in calo del 7%.
“A fronte di prospettive negative per il settore del lusso nel 2009, il gruppo ha prontamente implementato un intenso programma di ottimizzazione dei processi e dei costi di struttura”, ha spiegato il ceo Stefano Sassi. “Pur in presenza di una situazione di mercato incerta - ha aggiunto - siamo sicuri che la forza dei nostri marchi ci permetterà di raggiungere gli obiettivi ambiziosi programmati per il medio periodo”.
d.p.
stats