Vicenzaoro1: al via domenica con 1.600 espositori

Attesi 27 mila visitatori professionali a Vicenzaoro1, grande rassegna orafa che si svolge dal 15 al 22 gennaio nel quartiere fieristico vicentino. 1.600 le aziende partecipanti da oltre 28 Paesi, su 60 mila metri quadri suddivisi in 14 padiglioni.
Di scena, insieme ai metalli preziosi e alle gemme, anche i macchinari, ospitati all'interno del "salone nel salone" Oromacchine, l'unico nel suo genere a livello internazionale.
Oltre al momento espositivo propriamente detto, la manifestazione prevede un fitto programma di incontri, tra cui il convegno "Sfida nei mercati globali. Oltre il made in Italy. Come rafforzare la produzione del valore dell'Italian style", un'iniziativa della Fiera di Vicenza insieme a Rari Consulting, prevista la mattina della giornata inaugurale nella Sala Palladio.
Si ragiona e si discute ancora una volta, quindi, sulle strategie per difendere il made in Italy dagli attacchi della concorrenza: in quest'ottica si inserisce il progetto "Gold Expressions", messo a punto da Fiera di Vicenza e dal World Gold Council, il cui obiettivo è la promozione del gioiello italiano nel mondo.
Per saperne di più, appuntamento il 16 gennaio alle 11 nella Sala Trissino e, per tutta la durata della kermesse, al padiglione F, dove si tiene una mostra con le creazioni della collezione "collettiva", realizzata da una settantina di imprese, battezzata appunto "Gold Expressions".
Il 19 gennaio, alle 11 nello stesso spazio, i vertici della Fiera e quelli del Politecnico di Milano analizzano un tema di notevole attualità, quello del copyright.
I segnali provenienti dal mercato non sono esaltanti: nel 2005 l'export orafo dal nostro Paese è stato penalizzato dal forte rallentamento in alcune aree chiave, come gli Stati Uniti e il mercato europeo. Anche in Asia, nonostante le ottime performance in alcune nazioni come Singapore, Thailandia e Filippine, si sono riscontrate impasse in Giappone, a Hong Kong e in Cina.
L'evento vicentino, pertanto, fornisce un'importante occasione per capire se e quanto si sia vicini a un'inversione di tendenza.
a.b.
stats