Villa Moda: una nuova esperienza di shopping nel Dubai International Financial Centre

Mirano a riscoprire e valorizzare l’identità locale in risposta all’anonimato e alla globalizzazione che caratterizzano di solito i negozi di moda griffata, i due monomarca (uomo e donna) Villa Moda, recentemente aperti dallo sceicco Majed Al-Sabah all’interno del Gate Village del Dubai International Financial Centre.
Si tratta del nuovo progetto su Dubai dell’insegna di empori del lusso, dopo aver chiuso due anni fa lo spazio nelle Emirates Towers.
“Dubai ha tutto e tutto è nuovo - spiega Majed Al-Sabah -. Con questi store volevamo creare qualcosa di intimo e di dimensione più umana. Inoltre, desideravamo realizzare un concept ispirato alla cultura, all’arte e alla tradizione della regione”.
La scommessa è stata vinta rifacendosi architettonicamente al concetto di “glass box” del primo Villa Moda a Kuwait City, al tempo stesso ultramoderno e adattabile alle esigenze illustrate da Al-Sabah. Per gli interni ci si è avvalsi della competenza di artigiani iraniani, esperti nella lavorazione del gesso e del vetro.
Lo spazio dedicato alla donna, in particolare, è stato diviso in una sequenza di piccole e intime stanze, in grado di valorizzare le collezioni Proenza Schouler, Richard Chai, 7 For All Mankind, Albino, Anne-Valerie Hash, Giles Deacon, Aquascutum, Victoria Beckham, Jonathan Saunders e molte altre.
Assecondando la sua passione per l’arte e il design, lo sceicco è determinato a far sì che le vetrine dei due negozi diventino vere “tele grezze”, sulle quali realizzare regolarmente speciali installazioni. Non mancheranno in boutique capi realizzati a mano da sarti del Medio ed Estremo Oriente, disponibili in serie limitate e venduti a un prezzo più accessibile rispetto ai marchi occidentali con i quali saranno mescolati.
I pezzi di arredamento presenti in negozio saranno parte dell’esperienza di shopping: i clienti potranno acquistare qualsiasi cosa li colpisca.
e.a.
stats