Visitatori a Mode City: Francia -1%, impennata dai mercati emergenti

Mode City chiude i battenti con un bilancio di stabilità: 15.324 i compratori intervenuti all'edizione svoltasi tra il 7 e il 9 luglio al Paris Expo di Porte de Versailles, contro i 15.209 dell'anno scorso. La Francia è ancora il primo Paese visitatore, malgrado una flessione dell'1% rispetto al 2011, mentre aumenta il numero di operatori dai mercati emergenti.
In rialzo, infatti, la presenza di buyer provenienti dall'Ucraina (+25%), Kazakistan (+37%), Arabia Saudita (+26%), Emirati Arabi Uniti (+7%) e area Oceania (+8%).
"I risultati del salone sono specchio della congiuntura e dell'evoluzione dei mercati - afferma Séverine Marchesi, direttrice di Mode City e, come da recente nomina, anche del Salon International de la Lingerie -. Non è più pensabile venire a Parigi per incontrare solo 'addetti ai lavori' francesi, italiani o spagnoli. Riteniamo, in ogni caso, che questo risultato di parità rispetto alla scorsa sessione sia da considerarsi un buon segnale, a fronte della tempesta che l'economia sta attraversando".
Ora l'équipe dell'ente organizzatore Eurovet si concentra sulla prossima edizione del Sil, la 50esima, in programma dal 19 al 21 gennaio 2013, durante la quale sono previsti festeggiamenti, dato l'importante traguardo, ma anche concreti momenti di lavoro e aggiornamento in un allestimento completamente rinnovato, che si ispirerà alle atmosfere polari e fiabesche. In questa cornice verrà eletto Creatore dell'anno 2013 il marchio Lise Charmel.
Nessuna anticipazione, invece, per quanto riguarda le date di Mode City 2013. Séverine Marchesi fa infatti sapere che sono in corso una serie di consultazioni con gli organizzatori di Who's Next, rassegna parigina dell'abbigliamento e degli accessori donna e uomo, per ritrovare un posizionamento simultaneo sul calendario e quindi una maggiore sinergia tra i due importanti momenti espositivi di Porte Versailles.
m.b.
stats