Visitatori a Pitti Immagine Bimbo: tiene l'estero, in leggero calo l'Italia

Sono stati 7.647 i compratori intervenuti a Pitti Immagine Bimbo, il salone fiorentino della moda infantile che ha chiuso i battenti ieri: una cifra leggermente inferiore a quella registrata un anno fa (8.100 presenze). Pressoché invariato il numero degli ingressi dall'estero, in totale 3.062 contro 4.585 italiani (5.020 nel giugno 2007).
"Abbiamo registrato commenti positivi da parte sia degli espositori, che dei buyer - commenta Raffaello Napoleone, a.d. di Pitti Immagine -. Nonostante una situazione diffusa a livello internazionale di consumi calanti e congiunture economiche negative nei Paesi più grandi e importanti, a Pitti Bimbo il dinamismo del childrenswear si è percepito in modo chiaro: molto apprezzati i progetti e le novità delle collezioni, segno che il settore si sta evolvendo notevolmente in termini di qualità produttiva, nei servizi e nelle modalità di consumo".
Come sottolinea Napoleone, se la rassegna ribadisce la propria propositività, segnando un record di espositori con 572 collezioni, le insidie del mercato non sono poche. "La razionalizzazione del sistema distributivo è un dato fisiologico - puntualizza - e le difficoltà da parte delle famiglie italiane evidenti anche nella moda bimbo, che rimane comunque il comparto più dinamico nel panorama dei consumi nazionali".
Un dato confortante viene dai territori cosiddetti emergenti: le delegazioni di "addetti ai lavori" provenienti da Paesi come la Cina e la Corea sono aumentate in modo consistente, così come le adesioni da Australia e Brasile, mentre si sono visti i primi compratori indonesiani. Ottima la performance da aree vicine, ma finora poco battute, come la Serbia.
In buona salute Austria, Svizzera e Belgio, in tenuta invece le nazioni arabe e il Medio Oriente, insieme a Ucraina, Polonia, Repubblica Ceca, Romania e Russia. Arretrano Germania, Gran Bretagna, Francia, Giappone, Usa e Turchia. Quanto alla Spagna, il numero di ingressi si è normalizzato, dopo il boom del 2007.
a.b.
stats