Voci di un possibile takeover su Saks

Ieri le azioni del retailer americano Saks Incorporated hanno guadagnato il 19,7%, chiudendo a 7,90 dollari: a far lievitare il titolo al Nyse i rumors riportati dal Daily Mail, secondo cui un gruppo di operatori di private equity potrebbe presto avanzare un’offerta per la nota catena di department store.
Si tratterebbe, spiega il quotidiano inglese, di un consorzio formato da società britanniche e statunitensi, pronte a mettere sul piatto per il player newyorkese 1,7 miliardi di dollari in contanti, pari a 11 dollari per azione. Il luxury group statunitense, i cui principali azionisti sono il miliardario americano Carlos Slim (con una quota del 16,1%) e Diego Della Valle (col 9,4%), non ha commentato le indiscrezioni. Intorno alle 16,30 di oggi, il titolo segna alla Borsa di New York un calo dello 0,25%, a 7,75 dollari.
Saks Incorporated, che attualmente conta 50 store full-line e 55 outlet Off5th, ha archiviato il secondo quarter dell’anno con un giro d’affari di 593,1 milioni di dollari (+5,1%, vedi news di ieri), riducendo le perdite trimestrali a 32,2 milioni di dollari (da 54,5 milioni). Il gruppo guidato da Stephen Sadove sta attuando un piano di razionalizzazione della rete distributiva, che solo fra luglio e agosto ha portato alla chiusura di quattro insegne Saks Fifth Avenue giudicate non redditizie.
d.p.
stats