Vogue Fashion's Night Out: un ritorno all'insegna di moda e solidarietà

Vogue Fashion's Night Out torna a Milano per la quarta volta il 6 settembre. La manifestazione, organizzata dal Comune e Vogue Italia, è stata presentata ieri alla stampa da Franca Sozzani, direttore del periodico, e Stefano Boeri, assessore alla Cultura. I negozi rimarranno aperti dalle 19 alle 23.30, proponendo eventi e prodotti griffati a un prezzo speciale, il cui intero ricavato sarà devoluto alle popolazioni colpite dal terremoto in Emilia.
La stessa iniziativa solidale sarà alla base delle serate successive, a Roma il 13 e a Firenze, per la prima volta, il 18 del mese.
"L'intento principale è fare entrare le persone nei negozi, nonostante il momento di crisi - ha affermato Franca Sozzani - coinvolgendole con iniziative che cancellino il timore ispirato ai consumatori comuni dalle boutique delle grandi griffe". Il progetto a porte aperte nelle tre città italiane mira anche a incrementare la raccolta fondi per i terremotati dell'Emilia Romagna, già iniziata lo scorso giugno nell'ambito di Convivio. Alla cifra di 75mila euro già riscossa verranno aggiunti i proventi della Vfno, a partire dalla vendita di oggetti esclusivi, proposti appositamente per l'occasione da ciascun negozio aderente all'iniziativa, a prezzi contenuti e appetibili per tutti (tra i 30 e i 60 euro).
Tra i 500 e i 600 gli shop coinvolti a Milano, quindi non solo nel Quadrilatero. Anche i quartieri di corso Como e Brera presenteranno idee ispirate a moda e design. In particolare, per l'area di Brera sono previste visite guidate alla scoperta del territorio, organizzate dall'associazione Città Nascosta Milano in collaborazione con Assomab. Parte della quota di partecipazione andrà ai terremotati. Anche Amici di Brera, gruppo rappresentato alla conferenza stampa dal presidente Aldo Bassetti, scenderà in campo con eventi culturali, come ha già fatto nel corso delle precedenti edizioni.
Tra i partner della kermesse Citroën, che presenterà il nuovo modello decappottabile DS3 e Campari, che assegnerà nel corso della serata due premi, Red Passion Prize a un'eccellenza del made in Italy e Best Young designer allo stilista emergente più votato dagli utenti di www.vogue.it. Anche Lavazza parteciperà con la limited edition, pensata per l'Africa, di tazzine ¡Tierra!, vestite per l'occasione da sei importanti designer internazionali, i cui ricavati delle vendite andranno a Fashion 4 Development, partner operativo delle Nazioni Unite. Qvc, il canale televisivo dedicato allo shopping, collaborerà con la creazione di una T-shirt speciale, che sarà allegata al magazine Vogue Italia e i cui proventi si aggiungeranno a quelli raccolti per le popolazioni emiliane.
L'evento sarà ospitato anche quest'anno da 19 Paesi nel mondo, ma solo in Italia ben tre piazze aderiranno all'iniziativa.
m.d.a.
stats