White Homme: a giugno sempre più fucina di creatività

Punterà come sempre sulla ricerca la prossima edizione di White Homme, in programma al Superstudio Più di Milano da domenica 21 a martedì 23 giugno, in concomitanza dunque con le sfilate maschili (in scena dal 20 al 23). In più sono state introdotte alcune novità, al fine di rendere il salone ideato da Massimiliano Brizzi sempre più in sintonia con il pubblico di top buyer internazionali a cui è rivolto.
La manifestazione, per la quale si prevede un aumento di espositori (alla scorsa edizione di gennaio erano circa 70), curerà ancor più gli allestimenti, da sempre terreno di sperimentazione per gli organizzatori: oltre a essere eco-compatibili e ispirati al concetto di open space, novità riguarderanno i tessuti utilizzati e i complementi d’arredo che, per la prima volta, potranno essere acquistati da chi ne farà richiesta. L’etichetta con cui saranno commercializzati questi pezzi sarà White Design.
Ma anche la colonna sonora del salone offrirà nuovi spunti. Con l’edizione di giugno partirà infatti il progetto White Redio, una web-radio che darà il mood all’esposizione di linee uomo grazie a un mix di pezzi anni Settanta e Ottanta, arrangiati in bossa o contaminati con ritmi jazz: un sottofondo che sarà disponibile anche dopo l’evento via web o su cd, per soddisfare l’esigenza espressa da molti retailer di completare l’atmosfera del proprio negozio con un tocco speciale.
Prosegue inoltre l’esperienza di White Club, l’associazione no profit fondata nel 2007 da Massimiliano Bizzi e Andreina Longhi, ceo di Attila, per sostenere i nuovi talenti creativi mettendoli in contatto con i media e gli operatori del settore. Da questo trampolino di lancio sono nate, ad esempio, due importanti collaborazioni: quella fra la designer svedese Sandra Backlund e il maglificio Miles e quella tra lo stilista inglese Philip Colbert con Energie.
e.a.
stats