White Homme chiude in ascesa e con buyer stranieri in aumento del 20%

La seconda edizione di White Homme ha chiuso i battenti all’insegna dell’ottimismo: 1.919 i visitatori rispetto ai 1.771 dell’esordio, con un significativo aumento delle presenze straniere, +20%, in primo luogo dal Giappone. Fra i compratori che hanno visitato la manifestazione, dal 22 al 24 giugno, c’erano infatti i più qualificati retailer mondiali.
Harvey Nichols Dubai, Joyce, Lane Crawford e The Swank Shop di Hong Kong, Barneys, Bergdorf Goodman e Bloomingdale’s di New York, Day and Night di San Pietroburgo e Podium di Mosca sono fra i big del dettaglio presenti alla rassegna. Il Giappone, in particolare, ha segnato un aumento del 20% rispetto allo scorso gennaio.
“Siamo molto felici del successo di White Homme, che premia la scelta di posizionamento, da sempre attento alla ricerca – spiega Max Bizzi, ideatore del salone -. Abbiamo voluto nomi di assoluta qualità come Tsumori Chisato, Kosmetique Label e i tre designer olandesi del progetto Dutch Touch: Francisco van Benthum, Hans Ubbink e Sjaak Hullekes. Ma soprattutto abbiamo puntato a rimettere al centro Milano”. Si spiega così il senso dell’iniziativa in collaborazione con la boutique Daad Dantone di Giorgio Dantone in via della Spiga, che ha visto protagonista il brand giapponese Kosmetique Label con un’installazione artistica in vetrina dedicata alla collezione autunno/inverno 2008-2009 della label. Una scelta che va in direzione di fruttuose sinergie con i migliori negozi e showroom di Milano.
“L’idea è fare squadra per Milano coinvolgendo i più importanti operatori, non solo negozi di abbigliamento e showroom ma anche istituzioni locali, ristoranti, locali e concept store, per tornare a fare del capoluogo lombardo la città dinamica, elegante e innovativa che è sempre stato”, spiega Giorgio Dantone.
Fra le novità, da segnalare la totale-ecocompatibilità del salone, frutto del progetto ideato da Massimiliano Bizzi e Sergio Persero, che ha segnato l’esordio di White Design, marchio che si occupa di realizzare arredi e allestimenti eco-friendly.
c.me.
stats