Wolford: calo delle vendite superiore alle aspettative

Wolford, l’azienda austriaca specializzata in calzetteria e lingerie, ha rivelato una diminuzione delle vendite più pesante delle aspettative relativamente ai primi nove mesi dell’anno finanziario, dovuta a ritardi nelle forniture e conseguenti difficoltà nelle consegne dell’underwear e dello swimwear, nonché all’impatto delle oscillazioni del tasso di cambio.
Wolford, con sede a Bregenz, ha riferito che le vendite relative ai nove mesi dell’anno chiuso il 31 gennaio 2004 hanno subito un decremento dell’8%, arrivando a 90,4 milioni di euro, con diminuzioni a doppia cifra nel Paese di riferimento, la Germania e, a causa della debolezza del dollaro, del 17% negli Stati Uniti, secondo mercato più importante.
Gli store di proprietà con insegna Wolford, che attualmente fatturano il 27% delle vendite totali, hanno registrato - a parametri costanti - un aumento del 3% nello stesso periodo. Le vendite sono cresciute del 15% per i prodotti trendy di calzetteria e del 12% per il bodywear.
Secondo Holger Dahmen, ceo di Wolford, le difficoltà a livello dei fornitori subite nel terzo trimestre hanno provocato ritardi negli ordini, con ripercussioni nelle vendite nel quarto trimestre. I risultati, inoltre, sono stati compromessi dalle fluttuazioni del cambio e dalla chiusura di alcuni negozi.
Dahmen, che non si attende che l’azienda recuperi le perdite durante il resto dell’anno, ha inoltre dichiarato che il calo annuale nelle vendite potrebbe essere destinato anche a diventare più significativo del previsto. I risultati dell’intero anno saranno resi noti a metà marzo.
rp
stats