WonderFood è l'headline dell'edizione numero 82 di Pitti Uomo, che parte domani

Ai blocchi di partenza domani l'edizione numero 82 di Pitti Uomo: 1.053 in totale i marchi che, fino al 22 giugno, esporranno le collezioni della primavera-estate 2013, di cui 416 provienti da oltreconfine, più le 76 aziende di Pitti W. Tema portante di questo appuntamento è il binomio moda-cibo, divenuto di grande attualità nelle ultime stagioni e sancito dall'headline "WonderFood" (nella foto, un rendering dell'allestimento in Fortezza da Basso, a cura di Oliviero Baldini).
Special guest per il menswear è la collezione maschile di Carven, disegnata da Guillaume Henry, sotto i riflettori il 21 giugno in una location ancora top secret, mentre il womenswear apre le porte alle creazioni di Peter Pilotto, brand creato dal duo Peter Pilotto e Christopher De Vos, in pista il 20 a Palazzo Borghese (vedi news di oggi). La stessa sera, al Giardino di Boboli, è di nuovo alla ribalta Valentino, Pitti Uomo Special Event, che torna dopo la première dello scorso gennaio.
Ma il menù è ricco e appetitoso e da "assaggiare" c'è ancora tanto, dall'inaugurazione della mostra dedicata ai 30 anni di Stone Island alla festa British di Wp Lavori in Corso, che spegne 30 candeline e presenta la prima collezione realizzata per l'etichetta britannica Baracuta (entrambe in calendario domani sera), dalla proclamazione dei vincitori della quarta edizione di Who is on Next?/Uomo al fashion show di Andrea Pompilio giovedì 21 giugno, alla Stazione Leopolda. Un primo assaggio ci sarà già questa sera, con la sfilata di Stefano Ricci alla Galleria degli Uffizi, a suggellare il 40esimo anniversario della griffe, che si aggiudica anche il Premio Pitti Uomo 82.
A proposito di prodotto, molte le novità e gli stand da non perdere in Fortezza, da 7 For All Mankind, che sceglie il palcoscenico fiorentino per lanciare in Europa la sua collezione di ready-to-wear, al debutto di Ben Sherman in uno spazio speciale alla Cannoniera, dalla mostra-evento allestita da G-Star nella Sala Ottagonale, al lancio della nuova capsule di Dockers fino all'esordio di Zanotti con le calzature maschili firmate Giuseppe Homme.
Sempre nell'ambito dell'area fieristica, da non perdere l'ingresso di Yasuhiro Mihara con un progetto dedicato alle calzature, l'anteprima europea del marchio australiano Deus Ex Machina, il rientro dell'etichetta eco-fashion Edun, la presenza di Dekker nella Sala dell'Arco, la rentrée di Siviglia con i pantaloni e gli accessori Siviglia White e quella di Pirelli PZero, il debutto in anteprima mondiale di Hancock, disegnata da Timothy Everest, il varo della capsule in edizione limitata frutto della partnership tra Tommy Hilfiger e Blauer e la presentazione della linea premium di calzature uomo firmate Cesare Paciotti. Tanti anche i cocktail e gli happening in programma negli stand. Per ulteriori approfondimenti si vedano il servizio a pagina 22 del numero 1833 di Fashion e, in uscita domani, il nostro speciale in formato tabloid, interamente dedicato al menswear della prossima estate e distribuito gratuitamente in Fortezza e in altre location.
c.me.
stats