Wp Lavori in Corso pronta a tagliare il traguardo dei 30 anni a +20%

Si prepara a chiudere il 2011 in netta crescita, per festeggiare con ottimismo il trentesimo anniversario, che cade nel 2012. La bolognese Wp Lavori in Corso prevede di archiviare l’anno in corso a quota 118 milioni di euro (+20% rispetto al 2010). Merito del buon andamento all’estero, ma anche del potenziamento del côté retail in Italia. Nel programma di opening, anche le tappe di Londra e New York (nella foto, un look Woolrich per l'estate 2012).
Nata 30 anni fa come realtà attiva nello scouting distributivo, Wp Lavori in Corso detiene oggi le licenze a livello mondiale di Woolrich, B.D Baggies e Avon Celli, gestisce la distribuzione in Italia di diversi marchi fra cui Barbour e Blundstone (quest’ultima anche per altri Paesi europei) e ha in esclusiva per i WP Store l’etichetta giapponese Beams+. A oggi, il network retail di Wp Lavori in Corso comprende 12 Wp Store, quattro negozi Woolrich, due boutique Barbour e 43 corner e shop in shop Woolrich. “Cinque anni fa abbiamo deciso di spostare il baricentro sull’estero - racconta a fashionmagazine.it Andrea Cané, creative director di Wp - e la decisione ci ha dato ragione. Oggi l’export rappresenta il 35% del giro di affari, con Germania e Stati Uniti in pole position”.
“In Italia - prosegue Cané - l’obiettivo è riequilibrare il peso del retail con due aperture di monomarca l’anno”. Nel 2011 le tappe significative sono state il cambio di indirizzo di Firenze e l’opening di un nuovo punto vendita a Roma, mentre in settembre sono in programma le relocation di Verona e Pescara e l’esordio di Padova. All’estero sono on schedule il vernissage di Londra nel 2012, l’inaugurazione dello store in Bond street a New York entro settembre del 2013, l'esordio di Parigi e, in Germania, di Monaco o Amburgo.
Con B.D Baggies la novità è stata la creazione di un concept per gli shop in shop, che ha debuttato da Fred Segal a Santa Monica e che presto approderà in Italia da San Carlo a Torino e poi in Germania, Olanda, Svizzera, Giappone e in altre insegne negli Stati Uniti. A proposito di States, nel settembre del 2012 si prevede l’apertura di sei corner da Bloomingdale’s e Nordstrom.
Fra le tappe del prossimo futuro, Cané cita il rilancio di Avon Celli: “Abbiamo in previsione l’arrivo di uno stilista italiano per dare nuova linfa alla label che per ora ha continuato a orbitare nella sfera del classico - chiarisce -. E poi saremo pronti per partire con nuova grinta, a cominciare dai mercati storici della label: Italia, Germania e Stati Uniti”.
c.me.
stats