Yohji Yamamoto finisce in amministrazione controllata

Soffocata da debiti che ammonterebbero a circa 6 milioni di yen (pari a 42 milioni di euro), la maison Yohji Yamamoto sarebbe stata messa in amministrazione controllata dal tribunale di Tokyo.
Come riporta la stampa estera, la società di investimento Integral Corporation avrebbe tuttavia già siglato un accordo mirato a salvare la griffe dal tracollo con nuove iniezioni di capitale, un’operazione che Integral avrebbe attuato pure con la fashion house della figlia dello stilista nipponico, Limi, anch’essa finita in amministrazione controllata.
Come parte del piano di ristrutturazione di Yamamoto, Yoshihiro Hemmi (partner di Integral Corporation, nonché ex vice-presidente di Adidas Japan) dovrebbe diventare il presidente del board della griffe.
m.g.
stats