Yoox: i ricavi avanzano a doppia cifra e tra i mercati il numero uno è il Nord America

I mercati continuano a rispondere bene alla formula di vendita online di Yoox: i ricavi netti consolidati al 31 dicembre scorso hanno superato i 291 milioni di euro, +35,9% (o +37% a tassi di cambio costanti) rispetto ai precedenti 214,3 milioni.
La linea di business multimarca, che comprende gli e-store yoox.com e thecorner.com, ha registrato vendite per 212,8 milioni (+30%), mentre alla voce monomarca, a quota 78,4 milioni, l'incremento è stato del 54,8%. Tra le griffe che hanno affidato alla società guidata da Federico Marchetti la progettazione, realizzazione e gestione dei propri negozi virtuali spiccano Brunello Cucinelli, Dolce & Gabbana, Armani e Trussardi, solo per citare alcuni nomi, per un totale di 23 vetrine a fine 2010, cui se ne sono aggiunte sette nel 2011, con un'attività parallela di estensione delle boutique via web di alcune label a Paesi in ascesa, Cina in primis.
Allo stato attuale, nell'orbita di Yoox il ruolo dei multibrand resta preponderante, con il 73,1% del turnover, ma in calo rispetto al 76,4% del 2010.
Dal punto di vista della presenza internazionale, è da segnalare che il balzo in avanti del 41,5% in Nord America porta questo mercato in pole position, con un giro d'affari di 59,7 milioni di euro. Scende al secondo posto l'Italia, che sfiora i 58 milioni (+17,1%). L'Europa, esclusa la Penisola, sale da 103 a 141,6 milioni (+37,5%), con un contributo decisivo di Francia, Germania, Inghilterra e Russia. Bene il Giappone (da 13,4 a 19,8 milioni, +47,6%) e ancora meglio le "altre nazioni", dove il turnover è per ora ridotto - 6,1 milioni - ma le prospettive consistenti, visto il +170,6% del 2011. I risultati annuali verranno esaminati e approvati dal CdA il prossimo 7 marzo.
a.b.
stats