Ysl chiude una boutique a Parigi. Novità sul fronte del web 2.0

Yves Saint Laurent ha chiuso i battenti della boutique maschile di place St. Sulpice a Parigi e si è messo in cerca di una location più spaziosa sulla Rive Gauche, che possa accogliere tanto le collezioni di menswear quanto quelle di womenswear.
Secondo quanto si apprende da wwd.com, la maison francese trasferirà le linee maschili al piano superiore del flagship store femminile di St. Sulpice, finché non avrà individuato un nuovo spazio commerciale. Sarà intanto l’insegna Comptoir des Cotonniers a sostituirsi allo storico negozio, che ha accolto le proposte Ysl dal 1971.
Tra le altre novità, si segnala il debutto della griffe nel mondo dei social media. Dal primo agosto può contare profili ufficiali su Facebook e Twitter, costantemente aggiornati sui suoi fashion show, i nuovi prodotti del mondo Yves Saint Laurent, progetti ed eventi speciali, nonché campagne di advertising e celebrity dressing.
La prima novità a essere segnalata sul web 2.0 è stata l’Yves Saint Laurent Manifesto, pubblicazione di testi e immagini (a opera dei fotografi Inez van Lamsweerde e Vinoodh Matadin) giunta alla sua quinta edizione. Protagonista è la modella Christy Turlington, che indossa la collezione autunno-inverno 2009/2010. La maison ha dedicato all’iniziativa anche il sito www.yslmanifesto.com, mentre il 12 settembre, per le strade di Parigi, Milano, New York, Milano, Tokyo, Hong Kong e (per la prima volta) Seoul, saranno distribuite alcune copie cartacee del progetto.
m.g.
stats